Cerca nel sito

Newsletter


Name:

Email:

E-mail
ALIMENTAZIONE
"IL CIBO E' LA MEDICINA LA MEDICINA E' IL CIBO"


Un'analisi delle circostanze della vita mostrerà che normalmente molto dipende dall'ambiente e dal modo di vivere.
Nella formazione del pensiero della nostra mente, la dieta gioca un ruolo importante. Il cibo che prendiamo, una volta assimilato tinge del proprio colore i nostri impulsi vitali. Le stesse ossa ed il sangue vengono plasmati dal cibo che assumiamo. I cibi adulterati o morti non possono essere una sorgente di vita. Questa è la ragione per cui i Maestri del sentiero della spiritualità insistono sempre sulla completa astinenza da ogni tipo di carne, pesce, pollame, e uova (sia fertili che non), da tutte le bevande alcoliche, dagli intossicanti e da sostanze soporifere o stimolanti, poiché le une ottundono le facoltà del pensiero e le altre accendono dentro di noi passioni animali e ci rendono insensibili ai più alti impulsi della vita. “Come si pensa cosi si diventa”dice un antico aforisma e ad esso si può aggiungere Tale è il cibo tale è la mente”.

Nella creazione esistono cinque classi o tipi di vita secondo il numero e la quantità di tattwa (elementi) dai quali sono composti:

  1. Nella prima classe predomina solo un elemento, gli altri quattro sono presenti in minima quantità e sono latenti. Questa classe comprende le rocce e ogni tipo di minerale; vi prevale l'elemento terra. Troviamo anche i vegetali, le piante e tutta la vegetazione in cui predomina l'elemento acqua. Esistono vegetali che, una volta essiccati, perdono nove-decimi del proprio peso.
  2. Nella seconda classe prevalgono le creature composte di due elementi (fuoco e aria) ed include insetti e simili.
  3. La terza classe racchiude i volatili con tre elementi (acqua, fuoco, aria)
  4. La quarta classe comprende la bestie e i quadrupedi come le mucche, i cavalli, eccetera. In loro sono attivi tutti gli elementi ad eccezione di akash tattwa (etere); questo è il motivo della loro scarsa intelligenza.
  5. L'uomo appartiene alla quinta classe, con un corpo forte nel quale sono presenti in perfetta proporzione tutti i cinque elementi.

L'etere, l'aria, il fuoco, l'acqua e la terra sono i cinque elementi fondamentali che si manifestano nel corpo umano come tre principi base, gli umori, conosciuti come tridosha. Dagli elementi etere ed aria si manifesta il principio corporeo dell'aria chiamato Vata. Nella terminologia sanscrita questo principio è detto vata dosha. Gli elementi fuoco ed acqua si manifestano insieme nel corpo nel principio chiamato Pitta dosha. Gli elementi terra ed acqua si manifestano nell'umore corporeo acquoso denominato Kapha dosha.
Conoscere se stessi è la chiave dell' equilibrio tra natura e uomo. I tridosha sono responsabili del sorgere di spinte naturali e delle preferenze individuali nei cibi, il loro sapore, la temperatura e così via. Essi governano la creazione, il mantenimento e la distruzione dei tessuti corporei, l'eliminazione dei prodotti di rifiuto del corpo. Sono anche responsabili dei fenomeni psicologici, incluse emozioni come la  paura, l'ira, l'avidità e del grado più elevato delle emozioni umane quali la comprensione, la compassione e l'amore. Per questo, i tridosha, sono il fondamento dell'esistenza psicosomatica dell'uomo.